Locals of Lombardia: Lorenzo, una guida a Mantova

Locals of Lombardia: Lorenzo, una guida a Mantova

12 aprile 2016

Oggi vi presentiamo Lorenzo, uno “storico dell’arte in prestito al Turismo” che guiderà i nostri ragazzi alla scoperta dei capolavori custoditi a Mantova.

 

  • Ciao Lorenzo, presentati ai nostri follower!

Sono nato a Mantova nel 1978. Dopo aver terminato gli studi classici, ho frequentato i corsi di Storia dell’Arte dell’Università Ca’ Foscari in Venezia, dove mi sono laureato con il massimo dei voti e la lode, con una tesi sulla celebre mecenate del Rinascimento Isabella d’Este, marchesa di Mantova. Durante gli anni universitari ho frequentato il “Seminario di Tradizione Classica” e, con i miei colleghi e professori, ho fondato la rivista on-line “Engramma“, dedicata allo studio della Tradizione Classica nell’Arte Europea.

Dal 2006 sono guida turistica abilitata per Mantova e provincia. Le mie visite guidate sono in cima alle classifiche di TripAdvisor per le attività turistiche a Mantova. Posso anche vantare una menzione come Top Choice secondo “Lonely Planet ”.

In veste di storico dell’arte, sono stato curatore scientifico della mostra “Classico Manifesto” (Milano, Triennale), dedicata ai reciproci rapporti tra arte e pubblicità. La mia attività di studio e ricerca è costante: scrivo per “Art e Dossier”, una delle più rinomate riviste d’arte italiane e, al momento, sto lavorando alla campagna di catalogazione di centinaia di opere d’arte medievale, rinascimentale e barocca. I miei interessi comprendono principalmente l’arte Greco-Romana, il Rinascimento e la pittura vittoriana.

 

  • Se dovessi descrivere Mantova con 3 aggettivi, quali sceglieresti?

Direi ‘preziosa’, perché la città è davvero un gioiello di arte, architettura, storia e cultura. Non a caso è sito UNESCO e Capitale Italiana della Cultura per il 2016.

Come seconda descrizione sceglierei ‘a misura d’uomo’. La conformazione geografica che la storia e la natura hanno dato a Mantova, la rende una città accogliente e facile da visitare.

Il terzo aggettivo potrebbe essere ‘armonica’: dal romanico al barocco – passando ovviamente attraverso gli splendori del rinascimento – tanti stili diversi caratterizzano le città e i suoi monumenti rapportandosi fra di loro in perfetta armonia.

 

  • Qual è il tuo luogo preferito a Mantova?

Le stanze di Isabella d’Este nel Palazzo Ducale di Mantova. Luoghi magici dove si respira ancora l’essenza della Marchesa e del suo Rinascimento Privato, per citare il titolo del famosissimo libro di Maria Bellonci dedicato a Isabella.

 

  • Qual è il luogo che gli instagramers non possono non fotografare a Mantova?

Di sicuro la vista dello Skyline della città che si gode da Campo Canoa. Un altro punto di vista privilegiato è la torre dell’Orologio.  Scorci molto suggestivi si vedono anche da Piazza Concordia e Piazza Leon Battista Alberti.

 

  • Qual è l’esperienza assolutamente da non perdere se si viene a Mantova?

Riempitevi gli occhi di bellezza, ma non dimenticatevi delle vostre papille gustative! Oltre ai celeberrimi Tortelli di Zucca, il famoso Riso alla Pilota e l’onnipresente Sbrisolona, la nostra cucina ha piatti tradizionali davvero deliziosi. Soprattutto nel campo della pasticceria legata agli anni di dominazione austriaca . Da provare assolutamente è la Torta Elvezia: una dacquoise a base di dischi di meringa alle mandorle, farcita di crema di burro e zabaione… Devo continuare?

 

  • Cosa pensi del progetto #inLombardia365, che vuole aprire la Lombardia al mondo?

Lavoro da anni nella promozione digitale del turismo. Non posso che guardare con grande favore a questa iniziativa. E sono davvero contento di giocare finalmente in casa. Dopo aver partecipato a tanti eventi e blog tour in altre regioni d’Italia, non vedo l’ora di accogliere i blogger di #inLombardia365 nella mia città.

 

 

Potete conoscere Lorenzo su Facebook, Twitter e Instagram e ricordatevi restare connessi anche con #inLombardia365 su Twitter, Instagram Facebook per seguire il team che andrà alla scoperta di Mantova!