Locals of Lombardia: in volo sul Lago con Giorgio

Locals of Lombardia: in volo sul Lago con Giorgio

Oggi vi presentiamo Giorgio Porta, operatore turistico, guardapesca volontario, pilota di idrovolanti e, soprattutto, Presidente dell’Aeroclub di Como, la più antica organizzazione di volo con idrovolanti e scuola di volo idro del mondo, un primato  omologato da Guinness World RecordsTM

Nato e cresciuto a Como, Giorgio viaggia spesso, per lavoro e per diletto, da un capo all’altro del mondo, per tornare sempre, con lo stesso desiderio di bellezza nel cuore, alle sponde del suo amato lago.

 

  • Se dovessi descrivere Como con tre aggettivi, quali sceglieresti? E Lecco?

Famosa , romantica, statica. Per Lecco dinamica, laboriosa, manzoniana

  • Qual è il luogo che gli instagramers non possono non fotografare?

Uno scorcio della città con il lago alle spalle

  • Qual è l’esperienza assolutamente da non perdere se si viene a Como e a Lecco?

Trovo che parlare di “esperienza” sia molto riduttivo per una città che ha da offrire esperienze a iosa, sicuramente: idrovolanti, funicolare e battelli sono un trinomio di trasporto che di fatto stimola la mente ed apre il cuore ad esperienze uniche nel loro genere; così come Lecco offre un binomio lago montagna difficile da dimenticare.

  • Cosa pensi del progetto #inlombardia365, che vuole aprire la Lombardia al mondo?

Un’iniziativa al passo con i tempi e alla moda, oggi il mondo si muove così!
Presentare il nostro territorio attraverso questi sistemi di comunicazione creerà nel tempo una catena internazionale di relazioni che darà i suoi frutti.

  • Se un turista dovesse imparare tre parole / espressioni nel dialetto del posto, quali dovrebbero essere?

Te capii? Hai capito? È importante capire per conoscere e poter poi decidere.  Misultin (specialità culinaria tipica del Lago di Como n.d.r.) è un classico esempio di cultura e tradizione locale.   L’è mej fa invidia che cumpasiun, l’invidia in senso buono, l’invidia di chi non ha la fortuna di vivere in un territorio di sì grande bellezza.

  • Cosa ti manca più di Como e di Lecco quando sei lontano?

Sicuramente il lago con le sue sponde, i paesi, le ville, i colori che cambiano durante le stagioni, le montagne che si riflettono innevate nelle fredde giornate invernali, il fischio del Piroscafo che incrocia la barca del pescatore e l’eccellenza assoluta del volo degli idrovolanti che dividono il cielo con  nibbi e le poiane.

Seguite il prossimo tour sul Lago di Como con l’hashtag #inLombardia365 su TwitterInstagram e Facebook!

Tags:
No Comments

Post A Comment