La Strada del Vino e i terrazzamenti

La Strada del Vino e i terrazzamenti

24 marzo 2016

Suggestivo percorso ciclopedonale, la Via dei Terrazzamenti collega Morbegno a Tirano, la Bassa e la Media Valle, ad una quota compresa tra i 300 e i 700 metri. È fruibile a piedi o in bicicletta ed è arricchita da servizi e informazioni che si trovano nelle 40 aree di sosta che punteggiano il percorso. La strada si caratterizza per la presenza dei terrazzamenti vitati e di un patrimonio culturale di valore: la Via dei Terrazzamenti collega infatti le Strade dei Vini della Valtellina: si tratta di cinque percorsi caratteristici che prendono la loro denominazione dalla zona di produzione dei vini valtellinesi corrispondenti. Le 5 strade sono: Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno e Valgella.

 

Strada del Maroggia

A metà strada tra Morbegno e Sondrio, tra boschi di castagni antichi di 700 anni e piramidi di roccia, è il percorso più a ponente. Tra l’alpinistica Val Masino e il piano agricolo di Berbenno, attraverso la zona di produzione del Valtellina Superiore Maroggia DOCG

La zona del Maroggia è adagiata su un soleggiato pendio ai piedi delle Alpi Retiche, tra i comuni di Ardenno e Berbenno, sovrastata a ovest dalla Culmine di Dazio e delimitata dalla selvaggia Val Masino e il paese di Ardenno.

Strada del Sassella

Un santuario antico, una conca fiorita, una montagna interamente terrazzata, e un costone svettante. La Strada del Sassella offre vigne, prati, borghi antichi e terrazzamenti indimenticabili

La zona di produzione del Valtellina Superiore Sassella DOCG si trova a ovest di Sondrio, fra il Comune di Castione Andevenno e il grande dosso che si erge a ovest del capoluogo. L’area impervia e soleggiata comprende la rupe del Santuario mariano della Sassella.

Strada del Grumello

Dagli antichi quartieri di Sondrio, verso il Castel Masegra, la Valmalenco e le cime imponenti del gruppo del Berinina, per poi ripiegare verso gli assolati Dossi Salati e il Castello Grumello attraverso ordinate distese di Nebbiolo.

La zona viticola del Grumello si trova a nord-est di Sondrio e prende il nome dal castello che domina la vallata. Il percorso comincia nel centro storico di Sondrio con una risalita. Più in quota il panorama sulla Valtellina e sulla Valmalenco diventa incantevole. In seguito, l’itinerario ridiscende dalla punta più alta della frazione di Ponchiera verso Montagna in Valtellina.

Strada dell’Inferno

Piccoli terrazzamenti di caratura estrema inerpicati tra le rocce e i castelli; grandi distese coltivate a Nebbiolo adagiate sul dorso della montagna. Paesaggi agrodolci nella zona di produzione del celebre vino Valtellina Superiore Inferno DOCG.

I vigneti Inferno, a est del Grumello, con i suoi 68 ettari costituiscono la più piccola delle quattro sottozone DOCG Valtellina Superiore. Il nome evoca anche le elevate temperature che durante i mesi estivi si raggiungono sui piccoli terrazzamenti arroccati in una delle zone più impervie della Valtellina.

Strada del Valgella

Alla scoperta del Valtellina Superiore Valgella DOCG tra incisioni rupestri, campi di grano saraceno e palazzi nobiliari, attraverso la più vasta e orientale delle cinque sottozone del Valtellina Superiore.

La strada del Valgella sale dolcemente dal paese di Tresenda verso la sommità dell’altopiano di Teglio, per poi ridiscendere verso il fondovalle passando per la zona di incisioni rupestri (Caven), attraverso più di venti chilometri quadrati di terrazzamenti vitati, campi di grano e boschi.

 

Per info: http://www.distrettoculturalevaltellina.it/content/scoprire-la-dei-terrazzamenti | http://www.stradavinivaltellina.com/

 

 

Per scoprire le curiosità e gli aneddoti e rivivere tutte le emozioni di questa fantastica esperienza, continuate seguire l’hashtag #inLombardia365 su Twitter, Instagram e il nostro racconto su Facebook!