Il Parco del Mincio

Il Parco del Mincio

Istituito dalla Regione Lombardia con L.R. 47/84, occupa tutta l’ansa del fiume dal comune di Ponti sul Mincio a Governolo in comune di Roncoferraro, dove il Mincio sfocia nel Po. Comprende la Riserva naturale orientata delle Valli del Mincio, la Riserva naturale orientata di Castellaro Lagusello, la Riserva naturale della Vallazza, il Parco delle Bertone e la Riserva naturale orientata di Bosco Fontana.
Riserva naturale di Castellaro Lagusello: Oasi naturale situata nell’anfiteatro morenico del Garda, presenta in forma esemplare tutti gli elementi tipici delle conche intermoreniche: piccole depressioni occupate da paludi e torbiere, e un lago che ospita una fauna ittica pregiata e interessante. Presente inoltre avifauna nidificante lungo il lago e nelle zone boscate.
Parco delle Bertone: Il Parco Bertone è un parco giardino, tipico del periodo romantico. Vi si possono ammirare alberi esotici e autoctoni che possono avere fino a 150 anni di età. Il bosco, i suggestivi scorci e il piccolo laghetto creano l’atmosfera giusta per una piacevole passeggiata nel verde. Dal 1994 in questo parco è attivo un Centro reintroduzione della cicogna bianca. Sulla radura si affacciano tre edifici ottocenteschi uno dei quali, le ‘Vecchie Scuderie’, è adibito a sala audiovisivi ed è adatto per ospitare piccoli convegni.
Riserva Naturale di Bosco Fontana: Riserva naturale Biogenetica dal 1976, il Bosco della Fontana ha la forma di un quadrilatero con i lati di circa un chilometro e mezzo e il terreno pressoché pianeggiante. Quasi al centro della foresta sorge una palazzina seicentesca, fatta costruire da Vincenzo I, duca di Mantova nei pressi della quale affiora la risorgiva che dà il nome al bosco, la Fontana. Nella Riserva ha sede l’istituto di ricerca scientifica del Corpo forestale dello Stato deputato al monitoraggio della biodiversità forestale nazionale.

 

Scopri di più seguendo #inLombardia365 su TwitterInstagram e Facebook!

Tags:
No Comments

Post A Comment