Il Museo di Santa Giulia di Brescia, Patrimonio UNESCO dell’umanità

Il Museo di Santa Giulia di Brescia, Patrimonio UNESCO dell’umanità

30 maggio 2016

Il Museo di Santa Giulia è il più importante museo di Brescia.
Unico in Italia e in Europa per concezione espositiva e per sede, è un intreccio visibile di epoche stratificate nel corso dei secoli. Il complesso, infatti, è edificato lungo l’antico decumano massimo della Brixia romana e comprende la basilica longobarda di San Salvatore, fatta erigere dall’ultimo re longobardo Desiderio nel 753 d.C., l’oratorio romanico di Santa Maria in Solario, il Coro delle Monache e la cinquecentesca chiesa di Santa Giulia.

Nel museo sono conservati migliaia di oggetti e opere d’arte dall’età del Bronzo all’Ottocento,  provenienti soprattutto dal contesto cittadino e dalla provincia di Brescia, che ne fanno un vero e proprio Museo della città. Tra le opere, la croce di Desiderio e la Vittoria Alata, il grande bronzo proveniente dal Capitolium e simbolo della città.

Da sabato 25 giugno 2011 l’area monumentale di Santa Giulia-San salvatore, è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il riconoscimento è stato assegnato al sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” che, oltre a Brescia, include anche Cividale del Friuli, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto, Benevento e Monte Sant’Angelo.
I beni compresi nel Sito rappresentano le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti, e, nel loro insieme, rispecchiano l’universalità della cultura longobarda nel momento del suo apice.

Il Museo di Santa Giulia consente un viaggio attraverso la storia, l’arte e la spiritualità di Brescia dall’età preistorica ad oggi, ed è il fulcro di un itinerario di visita della città.

Rivivi tutta l’avventura dei nostri amici a Brescia e Lago di Garda con #inLombardia365 su Twitter, Instagram, e Facebook !