Il giro del Lago d’Iseo

Il giro del Lago d’Iseo

30 luglio 2016

Un piacevole itinerario automobilistico permette una prima conoscenza del Lago d’Iseo.
Il percorso da noi descritto inizia ad Iseo, la cittadina che dà il nome al lago, ma il giro, naturalmente, si può iniziare da ognuna delle località costiere.
Lasciato Iseo e proseguendo in direzione sud si incontrano Clusane, caratteristico borgo conosciuto per la specialità gastronomica della tinca al forno e Paratico, dove la bella passeggiata a lago merita senz’altro una sosta. Oltrepassato il ponte si entra in Sarnico, elegante e vivace borgo commerciale.
Il lungolago e la pista ciclabile ci accompagnano quasi a Predore, soleggiata località, caratterizzata dall’area museale delle terme romane. Superata la galleria, la tappa successiva è Tavernola Bergamasca: da non perdere gli affreschi del Romanino nell’antica Parrocchiale di San Pietro. Viste mozzafiato si possono godere deviando verso Vigolo e Parzanica.
Un susseguirsi di tornanti conduce a Riva di Solto: merita una sosta il piccolo centro storico, uno dei più pittoreschi del lago. Uscendo dal paese si apre il maestoso spettacolo dell’orrido del Bogn, una suggestiva insenatura dove rocce verticali si tuffano a strapiombo nel lago. Una breve deviazione nei borghi collinari di Fonteno e Solto Collina regala una delle più belle viste panoramiche. Proseguendo, invece, sulla strada costiera, si incontra il piccolo centro medievale di Castro e, subito dopo, si giunge a Lovere. La cittadina, uno de “I Borghi più belli d’Italia”, è ricca di edifici storici medievali e palazzi di pregio, tra i quali l’Accademia Tadini, elegante pinacoteca.
Allontanandosi momentaneamente dalla riva, si arriva a Costa Volpino: un grande polmone verde, ideale per passeggiate, sport e relax ne caratterizza il territorio.
La cittadina successiva è Pisogne, antico borgo medievale. Da non perdere la visita alla chiesa di Santa Maria della Neve per lo straordinario ciclo di affreschi del Romanino. Proseguendo, una serie di gallerie conduce a Marone, la città dell’olio, da cui è possibile deviare verso Zone per ammirare lo spettacolo delle Piramidi di Erosione oppure, appena prima dell’abitato, scendere a destra verso la piccola frazione di Vello, conosciuta per la bella pista ciclopedonale a lago. Proseguendo sulla strada costiera, si incontra Sale Marasino, dal bellissimo e panoramico entroterra collinare e Sulzano, piccolo centro dal quale partono i più frequenti battelli per Monte Isola.
Finalmente, il giro si compie, rientrando ad Iseo. L’accogliente capoluogo merita una sosta per la visita del centro storico con la Pieve di Sant’Andrea e per una passeggiata tra i vicoli o sul lungolago.
Piacevolissima è la scoperta del lago in battello, che si consiglia in primavera e in estate, e per i più allenati, il giro del lago in bicicletta e, perché no, un mix delle due cose!

 

Segui le avventure del nostro team sul Lago d’Iseo con #inLombardia365 su Twitter, Instagram, e Facebook!