Adrenalina in Valtellina

Adrenalina in Valtellina

12 marzo 2016

Che sia inverno o estate, la Valtellina offre occasioni per avventure indimenticabili, a tutte le età e per tutti i gusti. Dalla Valmalenco all’alta Valtellina le proposte non mancano, accontentando le richieste dei più temerari pronti a lanciarsi in una nuova avventura.

 

Inverno

Escursioni in motoslitta

Scoprire la montagna e la neve della Valtellina a bordo di una motoslitta: un’occasione magica per mettersi alla prova ma anche per imparare come gestire in sicurezza le emergenze sui terreni innevati e ghiacciati, da soli o in compagnia di una guida. Dalla Valchiavenna alla Valmalenco fino a Livigno le esperienze che vi attendono a bordo di una motoslitta sono tutte da vivere: percorrere un sentiero innevato, scoprire angoli incantati, godere di panorami mozzafiato.  Lungo il perimetro di laghi ghiacciati o attraverso le pinete, fino a sostare sulle terrazze naturali affacciate sulla valle.

 

Sleddog

Guidare una slitta trainata dai cani husky in puro stile Alaska. In Alta Valtellina, nella località Arnoga, accompagnati da istruttori esperti. Lo sleddog è un’esperienza da non perdere, sia per i grandi sia per i bambini che proveranno l’emozione di essere “musher” per un giorno, il conduttore di slitte: le necessarie istruzioni, i comandi da dare ai cani e poi via, lungo un percorso sicuro tra boschi e prati innevati.

 

Estate

Sport fluviali

Rafting, canoa e hydrospeed per vivere momenti di grande avventura circondati da suggestivi paesaggi e ambienti fluviali. Pagaiare su un gommone o una canoa, oppure pinneggiare con un hydrospeed lungo il fiume Adda partendo dal campo sportivo di San Giacomo di Teglio rappresentano esperienze uniche e indimenticabili. Il fiume scorre insieme ai paesaggi: l’avventura è completata dalla  vista sui vigneti terrazzati dominati da chiese e castelli sul versante retico della valle, fino ai meleti e ai fitti boschi dove si scoprono antichi insediamenti rurali.

Il canyoing permette di scoprire i luoghi più nascosti dei torrenti in Valtellina, camminare nelle gole, scivolare nei toboga di roccia, superare a nuoto o in tuffo correnti e cascate: questo è il canyoning, un’esperienza emozionante, adatta a tutti. Meta imperdibile per gli appassionati è il torrente Boggia in Val Bodengo, all’imbocco della Valchiavenna, ma in tutta la Valtellina non mancano secret spot come nelle Prealpi Orobie o come la discesa del torrente Cormor, in Valmalenco. Tutte le guide sono esperte e offrono le loro competenze per rendere l’avventura emozionante ma in totale sicurezza.

 

Freeclimbing

Dal freeclimbing al bouldering, l’arrampicata sportiva offre l’occasione ideale per scoprire gli angoli più suggestivi della Valtellina. Oltre 200 itinerari di scalata con pareti alte da 25 fino a 45 metri. Raggiunta la vetta si viene ripagati con paesaggi unici. Dalla Valmalenco all’Alta Valtellina le pareti attrezzate per l’arrampicata non mancano. Imperdibili i percorsi della Val di Mello, scenario di uno dei più importanti eventi di bouldering al mondo, il Melloblocco. Anche in questo caso gli itinerari e le “vie” possono essere goduti in sicurezza grazie all’esperienza delle guide alpine valtellinesi, disponibili in ogni località..

 

Mtb

Centinaia di itinerari di ogni difficoltà, lunghezza e durata fanno della Valtellina una delle zone alpine più rinomate e amate dai biker di tutta Europa. Il grande dislivello esistente tra il fondovalle, a 200 m. sul livello del mare, e gli itinerari di alta quota che sfiorano e spesso superano i 3.000 metri, offre a tutti la possibilità di trovare il “percorso ideale”. Tanti grandi campioni si sono preparati sui sentieri della Valtellina, su tutti la due volte campionessa olimpica Paola Pezzo. La famosa Transalp da alcuni anni percorre i sentieri valtellinesi, ma numerose sono anche le competizioni amatoriali sia per adulti che per i più piccoli che ogni anno si organizzano in Valtellina a dimostrazione dell’amore dei valtellinese per questo sport. Scuole di mountain bike, centri assistenza e noleggio, una rete di bike hotel sempre in crescita, bike park, possibilità di salire in quota con le cabinovie e per i più tecnologici migliaia di chilometri di percorsi mappati con GPS completano l’offerta dedicata a chi ama pedalare “fuori strada”. Inoltre le piste di sci e snowboard d’estate si trasformano in itinerari ciclabili da vivere in sella alla mountain bike. Livigno offre ben 11 piste per gli appassionati di Downhill. A Madesimo le piste vanno dal blu al nero, su esempio di quelle invernali.

 

Scopri il meglio della Valtellina su in-lombardia.itvaltellina.it

E per rimanere aggiornato sul tour segui #inLombardia365 su Twitter, Instagram, e Facebook dal 18 al 20 marzo!